IMPERO ROMANO........CONQUISTATA ANCHE CALOLS
71-72 ( 13-20, 33-42, 46-57 )



La settima giornata del campionato di C Gold vede Romano affrontare la squadra che fino ad oggi aveva fatto vedere le migliori cose nel torneo,  Calolziocorte  che ritorna a giocare al PalaRavasio completamente rinnovato nel parquet.
In campo per i lecchesi Paduano, Meroni, Pirovano, Corbetta e Meroni M, ai quali Paris contrappone Raimondi, Deleidi, Ferri, Mazzanti e Carrara. Come ormai tradizione i primi 2 punti sono del 14 romanese, ma stavolta non si accontenta di quelli e mette a segno i primi 8 punti consecutivi ben coadiuvato dai compagni che bene lo servono in area.   Parte Calolzio solo Meroni e Paduano rispondono al lungo bergamasco. Esce Carrara entra Turelli ma la musica non cambia, punti e rimbalzi anche per lui con il primo quarto che si chiude 13 a 20.
Inizia il 2 quarto e dopo poco il palazzetto rimane al buio per mancanza di corrente sul 20 a 28 ospite, la sosta è abbastanza lunga e si teme in un calo di concentrazione, vanificando magari il vantaggio ma non è cosi, alla ripresa delle ostilità ( cestistiche s'intende)  sono ancora Paduano e Corbetta che guidano l 'inseguimento, 10 punti nel quarto per quest'ultimo, ma da parte romanese è in atto il Ricci Time. Il furetto romanese s'infila in ogni varco e punisce i padroni di casa insaccando 10 punti. A lui si affianca il suo compagno Carrera che prima perde qualche pallone di troppo ma si fa subito perdonare mettendo a referto 9 punti che mandano le squadre al riposo lungo col punteggio di 33 a 42.
il terzo quarto è il momento dell'ex, infatti Bengio Persico, l anno scorso in forza a Romano, mette a segno 4 canestri incredibili, 8 punti che per Calolzio sono ossigeno puro visto che non riesce a prendere la via del canestro. Per gli ospiti sono i "gemellini" Carrera e Carrara che dilatano il punteggio coadiuvati da un buon Mazzanti che porta cosi verso l'ultimo quarto il risultato sul 46 a 57.
Inizia l ultimo quarto e Deleidi sblocca il suo tabellino con un arresto e tiro da 2 punti e  con Ferri che ritrova il tiro da oltre l arco. Ma dopo i primi 5 minuti dell'ultimo quarto, nei quali Gualandris e soci raggiungono i 16 punti di vantaggio, succede un altro black out, quello dei fischietti degli arbitri. infatti Romano era già in bonus mentre Calolzio aveva 2 falli, che non cambiano fino a 1,40 dalla fine. La misteriosa sparizione dei fischietti permette a Paduano e soci di recuperare palloni a iosa e di trasformarli, negli ultimi 5 minuti in 20 punti, si leggete bene 20 punti in 5 minuti quando la media dei precedenti periodi era di circa 7, fino ad arrivare al momentaneo vantaggio del più 1 ad un minuto dalla fine. Sarebbe sicuramente stata una beffa troppo crudele per i ragazzi di Paris che nonostante l' essere arrivati ad un cm dal fondo del burrone non perdono la testa. Su un recupero di Raimondi Floriano commette fallo antisportivo. Ray fa 1 su 2.  Rimessa Romano, Deleidi subisce fallo e va in lunetta, anche per lui 1 su 2 ma basta per chiudere 71 a 72 la partita.
MVP della partita è ancora Giorgio Carrara, seconda  doppia doppia consecutiva, con 17 punti e 17 rimbalzi non 12 come erroneamente segnati dai "distratti" refertisti lecchesi, forse annoiati perché li prendeva tutti lui...........Anche in questo caso comunque è la squadra il completamento della vittoria, mai il singolo.
Terza partita che Romano vince di un punto, anche se forse questa non la vedrei in quei termini e quinta vittoria consecutiva. Francamente non so se a Romano si stia facendo tutti un bellissimo sogno ,  ma se cosi fosse ...........ragazzi , non svegliateci!!!!

FORZA CINGHIALI MANNARI

Ufficio Stampa Romano Basket

Nessun commento:

Posta un commento