…FORZA E CORAGGIO

 Global Projet Romano – XXL Bergamo 79 – 92

Global Projet Romano: Zoljan 9, Bellazzi 3, Scaravaggi, Gualandris 9, Malgarini 15, Turco 23, Andreol, Duiella, Cozzi 16, Barcella 4. All. Carioli.
XXL Bergamo: Caffi 8, Esposito, Daminelli 19, Galbiati 10, Aliaj 24, Mora, Sartori 3, Padova 10, Montagnosi 14, Giussani 4. All. Galli.
Arbitri: Arienti di Besana in Brianza e Todeschini di Lecco.
Parziali: 15-21, 46-41, 64-59, 79-92.

ROMANO DI LOMBARDIA – Romano maledice l’ultimo quarto di gara e consegna a Bergamo le chiavi del successo in uno dei tanti derby di lusso del campionato di Serie C regionale. Gli ospiti di coach Galli si impongono con un sonoro 79-92 costruito con percentuali da capogiro soprattutto nei dieci minuti conclusivi, anche se il risultato finale punisce forse eccessivamente una Global Projet volonterosa, ma fragile. Per la banda guidata da Carioli si tratta del decimo ko nelle ultime undici partite disputate: numeri che complicano in parte il discorso salvezza, anche se l’obiettivo sembra ancora alla portata. Per la XXL, invece, il sogno playoff rimane vivo a suon di vittorie, trascinata da un collettivo di assoluta qualità tecnica. La cronaca. Pronti, via e Malgarini stoppa Giussani sotto il tabellone, prima del canestro inaugurale da tre punti firmato da Aliaj (0-3). Bellazzi riduce lo strappo in penetrazione, ma ancora Aliaj dalla lunga distanza risponde  di classe per il 3-6 ospite. Malgarini sigla di forza il -1 (5-6), anticipando la bomba del compagno Cozzi che equivale al primo sorpasso dei locali (8-6). Bergamo però non cade e reagisce subito con estremo carattere, costruendo nella fase centrale del primo periodo un allungo deciso: risultato fissato sull’8-13 al 5’ di gioco. Il divario aumenta nei minuti successivi quando Giussani, con canestro più fallo, indirizza la situazione sull’8-17. Zoljan si alza dalla panchina e guida la riscossa, prima con un tiro dei suoi e poi con un 2/2 preciso dalla lunetta (15-19). Ma a pochi secondi dallo scadere, la XXL va nuovamente a bersaglio per il 15-21 che chiude il primo quarto. Nel secondo, Galbiati brucia la retina dopo nemmeno un giro d’orologio, nonostante la tripla di Zoljan tenga Romano in linea di galleggiamento (18-23). I due liberi di Gualandris valgono il -3 (20-23), completamente annullato dalla bomba dello stesso capitano romanese (23-23) dopo due minuti di gioco. E’ questo il momento in cui la Global Projet diventa padrona provvisoria della sfida: Turco realizza cinque punti in rapida successione che fissano il parziale sul 28-23 a 6’ dalla pausa lunga. Lo stesso, incontenibile, Turco fa esplodere il palazzetto con l’ennesima tripla della sua serata, con il risultato che si porta poco dopo sul 31-25. Il +6 diventa +8 (39-31) grazie a Gualandris e Bergamo sembra faticare molto a ritagliarsi spazi letali sul perimetro. Barcella infierisce dopo un rimbalzo e il distacco va di conseguenza in doppia cifra (+10, 41-31) a 2’ dagli spogliatoi. Gli ospiti tornano però a rivedere la luce con due canestri pesanti, ma prima Cozzi e poi Turco rispediscono al mittente la minaccia (46-38). Sulla sirena ecco la bomba di Caffi, che manda a riposo le duellanti sul 46-41 per i padroni di casa. Malgarini è il primo marcatore del terzo periodo (48-41), ma sul fronte opposto Aliaj inizia a salire di tono firmando il -4 (48-44). Ancora Malgarini dai liberi e Cozzi dalla lunghissima distanza griffano il +6 (53-47) a 5’30’’ dallo scadere. Ma Montagnosi diventa protagonista inaspettato per gli ospiti e mette in cassaforte quattro punti vitali per i suoi: il tabellone luminoso a 4’30’’ dalla sirena recita un 53-51 da brividi. Turco non sbaglia due liberi a disposizione, mentre il bombone di Aliaj equivale al -1 (57-56) al 7’. Nuovamente Turco da distanza siderale si incarica di risvegliare Romano (60-56), ma Galbiati non è da meno e mantiene il divario ad una lunghezza (60-59). Cozzi trova d’esperienza lo spazio per il 62-59, poco prima della penetrazione di Turco che manda in archivio il terzo quarto sul 64-59. Come anticipato, l’ultimo periodo incorona senza mezzi termini la XXL, che allestisce un parziale devastante (33-15) non lasciando scampo alla Global Projet. Il tutto inizia con tre bombe da applausi firmate da Galbiati, Aliaj e Daminelli, che nello spazio di sessanta secondi capovolgono la situazione sul 64-68. Romano va ufficialmente in confusione, anche se Turco è l’ultimo ad alzare bandiera bianca realizzando il -1 (67-68) a 8’30’’ dalla fine delle ostilità. La serie infinita di triple non si attenua nemmeno nei minuti successivi, quando prima Galbiati, poi Cozzi e infine Daminelli vanno a bersaglio portando il parziale al 6’ sul 70-80. I padroni di casa accusano pesantemente il colpo e non riescono più a raddrizzare le sorti dell’incontro. Gli ospiti, invece, approfittano del momento per infierire sugli avversari: Daminelli gioca sul velluto e diventa l’attore principale degli ultimi tre minuti insieme ad Aliaj, autentico mvp della serata. Servono solo a fini statistici, dunque, gli ultimi due canestri romanesi ad opera di Cozzi e Malgarini, prima della sirena conclusiva che sancisce il definitivo 79-92 a favore di Bergamo. Il prossimo venerdi trasferta in quel di Vimercate,forza e coraggio per risalire la china e non sprofondare nelle sabbie mobili dei playout.

forza romano basket
norman

Nessun commento:

Posta un commento