…LE PROVERBIALI SETTE CAMICE


Global Projet Romano Basket- Buonaterra Albino 71 - 70
Global Projet Romano: Zoljan 6, Armanni 5, Bellazzi 5, Scaravaggi, Gualandris 8, Malgarini 14, Turco 10, Andreol 6, Duiella 2, Colombo 15. All. Carioli.
Buonaterra Albino: Gregis 3, Orlandi 6, Gritti 16, Mazzoleni 8, Roggeri 11, Zappa, Gibellini 2, Comerio 20, Piantoni 4, Motta. All. Maltecca.
Arbitri: Fracassetti e De Bernardinis.
Parziali: 20-19, 40-35, 56-55, 71-70.
ROMANO DI LOMBARDIA - La prestazione è da rivedere, ma Romano supera Albino al fotofinish e conquista un successo prezioso contro una diretta concorrente per la salvezza. La dedica è tutta per Marco Armanni, sfortunato protagonista di un infortunio al tendine nel secondo periodo che lo costringe ad abbandonare il palazzetto tra gli applausi e, probabilmente, lo terrà lontano dai campi per qualche mese.  L'avvio è a favore degli ospiti, che disegnano il primo mini break (2-6) obbligando i romanesi, privi di due pezzi da novanta come Cozzi e Barcella, ad inseguire. Andreol e Turco firmano l'aggancio (6-6), ma due bombe griffate Gregis e Comerio ristabiliscono le gerarchie (6-12). Il vantaggio albinese dura fino a 30'' dal termine del quarto, quando Bellazzi appoggia a canestro per il 20-19: questo il primo parziale della serata. I primi minuti del secondo periodo sono tutti marchiati a fuoco dalla Global Projet: prima Bellazzi in sospensione, poi Armanni in penetrazione e, infine, Colombo di forza siglano il +7 (28-21) che sembra spostare gli equilibri in campo. Sembra, perchè Albino si rimette in partita trascinato da Gritti e a 4' dal riposo il tabellone recita uno striminzito 32-30 locale. Vantaggio, questo, che viene annullato da una tripla di Comerio che equivale al sorpasso (32-33). Gualandris dalla distanza risponde a dovere e Romano rimette la freccia (35-33), poi l'entusiasmo è frenato dall'incidente già citato ad Armanni, che fa cadere il palazzetto in un silenzio quasi irreale. Quando il gioco riprende, i padroni di casa recuperano due palloni pesanti e il primo tempo va così in archivio sul 40-35. Il secondo si apre con un nuovo sprint romanese facilitato dal contributo di Colombo e Gualandris: al 4' la Global Projet guida 49-39. Chi si aspetta il crollo albinese viene smentito nei minuti successivi, che regalano una rimonta forse insperata. Gritti prosegue nel suo bombardamento dalla lunga distanza e porta i suoi sul -3 (51-48) nella fase centrale del periodo. Quattro liberi consecutivi di Zoljan respingono in parte la minaccia, ma gli ospiti non cadono e con i due punti di Roggeri dalla lunetta si mantengono in scia dei romanesi (56-55). Il meglio, però, deve ancora venire. Gritti mette a referto cinque punti nelle battute iniziali dell'ultimo quarto e Albino vola sul +4 (56-60). Colombo e Malgarini si caricano la squadra sulle spalle e mantengono la situazione sul -2 (60-62) a 5' dalla sirena conclusiva. La banda di coach Maltecca non ci sta e torna a colpire nei minuti successivi, portandosi sul 60-66. Ma Romano ha sette vite e grazie al recupero di Turco, unito alla tripla di Colombo, torna a far sentire il fiatone sul collo degli ospiti. Comerio dalla lunetta costruisce il nuovo +3 (66-69), cancellato dalla freddezza di un generosissimo Turco (68-69). Il palazzetto diventa una bolgia e la Global Projet rimette il naso avanti (71-70) a 60'' dallo scadere grazie alla precisione ai liberi di Gualandris. Albino fallisce l'aggancio con Gritti, mentre Malgarini spreca entrambi i tentativi dalla lunetta che avrebbero significato trionfo. Gli ospiti si ritrovano così a gestire l'ultima palla del match e la affidano al bombardiere Comerio: il suo tentativo disperato dalla distanza si infrange sul ferro e Romano può esultare insieme ai suoi tifosi. Vittorie del genere valgono doppio.
forza romano basket
norman

Nessun commento:

Posta un commento